Image Alt

News

Matteo, di professione esattore delle tasse, fu chiamato da Gesù ad essere uno dei dodici apostoli; la tradizione cristiana, fin dal 200, lo ritiene autore del primo vangelo. A lui si dovrebbe quindi la redazione dell’omonimo Vangelo in cui lo stesso viene chiamato anche Levi o il pubblicano. Diversamente dagli altri tre evangelisti, il vangelo di Matteo non è scritto in greco ma in lingua “ebraica” secondo gli scrittori antichi; quasi sicuramente si tratta dell’aramaico, allora parlato in Palestina.

Il R.C. Salerno Duomo, utilizzando la tecnologia informatica e la creatività digitale delle nuove applicazioni e tra queste l’introduzione del codice QR, ha realizzato e donato alla Curia Arcivescovile di Salerno, il progetto “Duomo Experience”. Ecco che attraverso la tecnologia, la fede viene in soccorso all’uomo, che permette a salernitani e non di tutto il mondo di poter ammirare e conoscere la bellezza del Duomo di Salerno come non era stato fatto finora.

Una delle poche città del mondo, che reca sullo stemma del proprio comune l’immagine del patrono, è Salerno, che si onora di tenervi impressa la figura di San Matteo. Dal 6 maggio del lontano 954, oltre quindi di un millennio, da quando le sacre spoglie dell’apostolo giunsero a Salerno, è iniziato un fervore di attività che abbraccia l’uomo nella sua dimensione spirituale e sociale: la fede, l’arte, la cultura, lo sviluppo; una storia cittadina insomma fatta di nobili tradizioni che hanno segnato i ritmi del tempo rimanendo incancellabili.

Piazza Alfano I
Centro Storico di Salerno
Tel. +39 089 231387
info@duomodisalerno.it

Basilica Superiore
Lun ‒ Dom: 08:30 ‒ 20:00
Cripta
Lun ‒ Dom: 08:30 ‒ 19:00

Iniziativa Promossa da

it_IT
en_GB it_IT